MATRIMONIO “URBAN CHIC”

Oggi ci dedichiamo ad un tema più nuovo, meno sfruttato e forse anche meno conosciuto dalle future spose: l’urban chic. Questo stile progettato e realizzato con cura, magari affidandosi ad un wedding planner, può dare grandi soddisfazioni. Sicuramente il punto di partenza irrinunciabile e fondamentale per un matrimonio urban chic è la scelta della location che non deve assolutamente essere casuale.

Non a tutti gli sposi possono piacere paesaggi bucolici o nozze country chic ma al contrario possono prediligere la loro città. Questa infatti offre spazi interessanti per questo genere di matrimoni: grandi loft, open space, grattacieli, ma anche grandi alberghi dall’architettura contemporanea.

Officine del volo - Milano

Officine del volo – Milano

Anche gli allestimenti dovranno ricoprire un ruolo fondamentale e seguire dettagli ben definiti: stile essenziale e lineare, materiali come il vetro, il metallo, specchi, plexiglass e giochi di luce. Per le decorazioni floreali sicuramente vanno predilette le forme sferiche o cubiche mentre la scelta dei colori dovrà ricadere sui toni molto vivaci a contrasto, oppure sugli abbinamenti classici bianco-nero e aggiungerei anche rosa-nero.

Pinterest

Pinterest

Pinterest

Pinterest

Se essenzialità e linearità devono essere il filo conduttore di questo stile, il tutto non deve però scadere in freddezza e austerità. Al fine di scongiurare questo risultato, le scenografie potranno essere arricchite con elementi d’arredo come candele, luci soft, cuscini, sedute e divani in pelle. In ambito musicale sarà perfetta la musica lounge e jazz.

Quintetto jazz - Renato Micaglio Eventi Musicali

Quintetto jazz – Renato Micaglio Eventi Musicali

Anche il look della sposa dovrà essere essenziale e pulito; la scelta dovrà cadere su stilisti dall’eleganza moderna, fresca e chic. Linee scivolate, con drappeggi asimmetrici, no a pizzi e decorazioni troppo ricche. Perfette le nuance di colore non troppo convenzionali come il nero Vera Wang o il motivo a grandi righe di Antonio Riva.

775b464f3c6ed7c9ba4ba39528078d44c346

Abito Antonio Riva

Abito Antonio Riva

Il menù dovrà essere caratterizzato da specialità culinarie interpretate in chiave contemporanea, con piatti prelibati ma anche belli da vedere: finger food, sushi, street food reinterpretato per l’occasione in modo raffinato. E non potrà certo mancare la wedding cake quadrata o rettangolare, molto minimal o con decori geometrici.

simple-square-black-and-white-wedding-cake-with-pearl-detail

E voi cosa dite? Sognate sempre il matrimonio classico o con l’urban style abbiamo stuzzicato la vostra curiosità?

Condividi questo articolo

Sull'autore: Silvia

Silvia

Sono Silvia Valbusa wedding planner e team manager di Sirmione Wedding, da sempre sono stata a stretto contatto con gli allestimenti floreali in quanto appartengo ad una famiglia di fioristi; ho quindi modo fin da giovane di assistere in prima persona e collaborare negli allestimenti di ogni tipo di cerimonia. Nel 1998 mi laureo in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Padova ma è con l’arrivo in Italia della figura del wedding planner che mi appassiono a questa professione e partecipo ad un master “WEDDING PLANNER” organizzato da “Federfiori”; negli ultimi tre anni ho instaurato un’assidua collaborazione con wedding planner della zona che mi ha permesso di toccare con mano tutti gli aspetti e le problematiche di questo splendido lavoro. Nell'Aprile 2015 ho partecipato al corso per "Destination Wedding" tenuto a Pavia da Elisa Mocci, Wedding Planner e Designer di fama internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *