DISTRUGGI L’ABITO!

Partiamo con una domanda per tutte le donne, pensateci bene: quante altre volte indosserete l’abito da sposa? E se lo rovinaste di proposito dopo la cerimonia, magari durante il servizio fotografico? Questo è lo scopo del “trash the dress” (distruggi l’abito), la nuova tendenza che vede le spose impegnate a rovinare l’abito alla fine della giornata di festa. Questa novità, d’importazione americana, ha come proposito quello di “liberare” la sposa dal vincolo dell’abito immacolato permettendole di farsi ritrarre in luoghi e situazioni in cui si rischia di rovinare o sgualcire il vestito.

62

E’ comunque vero che, alla fine della giornata di nozze, l’abito probabilmente avrà preso qualche colpo: sarà stato calpestato, si sarà sporcato, forse un po’ strappato. Ma in che modo lo si potrebbe distruggere definitivamente? Bagnandolo, colorandolo, bruciandolo, rotolandosi nel fango o facendolo a pezzi con le forbici. Naturalmente per scaramanzia… perché la speranza è che l’abito non debba più essere indossato e il matrimonio duri per sempre!

sposi-in-acqua-forte-dei-marmi

Probabilmente molte di voi saranno spinte a conservare l’abito come una reliquia per ricordare un giorno così importante. Ma anche per la spesa così elevata nel momento in cui lo avete acquistato, con tutto l’impegno che ci avete messo per scegliere quello perfetto poi… Potrebbe però essere divertente re-indossare gli abiti nuziali e giocare tra di voi, senza lo stress del giorno delle nozze, rilassandovi e rovinandoli senza troppi problemi. Il set per questo speciale servizio fotografico potrebbe essere:

– una bella spiaggia, scenario perfetto dove correre a piedi nudi, entrare in acqua vestiti,  schizzarvi, rotolarvi nella sabbia o se siete abili sub immergervi sott’acqua

– in città andando per strada, di piazza in piazza, scendendo in metropolitana, giocando con la segnaletica o salendo in autobus

– in campagna facendo un pic-nic nel prato, una passeggiata a cavallo o abbracciandovi nell’erba

Infine, il “il trash the dress” viene usato anche post matrimonio nel caso in cui questo non sia andato bene. La ex sposa indossa l’abito e si fa fotografare mentre lo distrugge: una vera e propria liberazione!

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Sull'autore: Silvia

Silvia

Sono Silvia Valbusa wedding planner e team manager di Sirmione Wedding, da sempre sono stata a stretto contatto con gli allestimenti floreali in quanto appartengo ad una famiglia di fioristi; ho quindi modo fin da giovane di assistere in prima persona e collaborare negli allestimenti di ogni tipo di cerimonia. Nel 1998 mi laureo in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Padova ma è con l’arrivo in Italia della figura del wedding planner che mi appassiono a questa professione e partecipo ad un master “WEDDING PLANNER” organizzato da “Federfiori”; negli ultimi tre anni ho instaurato un’assidua collaborazione con wedding planner della zona che mi ha permesso di toccare con mano tutti gli aspetti e le problematiche di questo splendido lavoro. Nell'Aprile 2015 ho partecipato al corso per "Destination Wedding" tenuto a Pavia da Elisa Mocci, Wedding Planner e Designer di fama internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *