GIOIELLI e BRILLANTEZZE

Non è il gioiello, né l’oro,  né  il diamante,  ma qualcosa di più lieve, mutevole, fugace… è l’idea, la cosa più preziosa.

I gioielli della sposa sono pochi, ma speciali. Hanno il compito di illuminare, far risplendere l’incarnato e completare l’abito. C’è però una premessa doverosa: non bisogna esagerare in quantità, quello da sposa è un abito che già veste molto, per questo vanno accostati pochi ma decisivi elementi che lo esaltino senza soffocarne lo stile e senza farvi sembrare un albero di Natale.

L’altra brillante e insostituibile protagonista del Sì,  è la fede, che va scelta con estrema attenzione e deve accontentare i gusti di entrambi proprio perché  è il gioiello che verrà indossato per il resto della vita: un cerchio magico con il quale rinnovare quotidianamente la propria promessa d’amore.

La collana: requisito fondamentale per chi desidera indossare un collier, è un abito con una bella scollatura, per mettere in risalto il gioiello scelto.

Gli orecchini: piccoli e brillanti sono adatti proprio a tutte perché illuminano il volto senza invadere eccessivamente.

I bracciali: sarebbe consigliabile non indossarli durante il rito, che vuole mani e polsi nudi e al centro dell’attenzione, ma è possibile indossarli dopo il rito. Sottilissimi e luminosi ma anche a fascia e più importanti.

Falsi miti: per anni le perle sono state trascurate perché portatrici di lacrime. In realtà si tratta solo di scaramanzia, che può essere tranquillamente superata dal buon senso! L’unico consiglio che vorremmo darvi, è di stare attente perché rendono sì eleganti, ma fanno un po’ signora…

Condividi questo articolo

Sull'autore: Cristina

Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *