Gli invitati dove li metto?

Uno dei più ardui compiti che la coppia di futuri sposi deve mettere a punto, almeno un mese prima delle nozze, è quello dell’assegnazione dei posti a tavola. Missione sicuramente stressante e alla quale tanti vogliono partecipare, suocere comprese. Dunque, preparatevi ad affrontare l’interminabile lista dei posti a sedere, fra le innumerevoli “polemiche familiari”.

384  645 ELEONORA MARCO ._MG_8160

La prima valutazione da fare è sicuramente sul numero degli invitati dal quale dipende la disposizione dei tavoli. Se i vostri ospiti saranno un numero limitato, potrete optare per il tavolo imperiale, rettangolare o a ferro di cavallo; se invece la vostra lista di invitati sarà interminabile, dovrete prediligere una serie di tavoli rotondi dove farli accomodare e un tavolo d’onore per gli sposi. Nel tavolo imperiale la sposa si siede al centro del lato più lungo con accanto, alla sua sinistra lo sposo, mentre sulla sua destra siedono il padre dello sposo, la testimone donna, il padre della sposa e l’altro testimone, seguono i parenti più stretti, mantenendo, se possibile, l’alternanza uomo – donna. Lo sposo siede vicino alla moglie ed il primo posto alla sua sinistra lo riserva alla madre della sposa, poi seguono il testimone uomo, la madre dello sposo, l’altro testimone, proseguendo, come in precedenza, con l’alternanza.

Se invece gli invitati fossero numerosi, bisognerebbe valutare l’alternativa di sistemare gli sposi in un tavolo d’onore, mentre distribuire gli ospiti in tavoli tondi ognuno con un massimo di dieci posti a sedere.

garden-villa-ristorante-matrimonio-magenta-margherita-011

La soluzione “a due” per gli sposi è sicuramente la migliore, perché permette alla coppia di godere di alcuni momenti di intimità ma anche di muoversi agevolmente tra i tavoli dei commensali. Il tavolo d’onore riservato alla coppia può essere rettangolare oppure tondo e può ospitare gli sposi con genitori e testimoni oppure solamente la coppia.

Dunque a voi il difficile compito della mappa dei tavoli con un consiglio: non accanitevi fino al giorno prima delle nozze con inutili e continue variazioni!

Condividi questo articolo

Sull'autore: Silvia

Silvia

Sono Silvia Valbusa wedding planner e team manager di Sirmione Wedding, da sempre sono stata a stretto contatto con gli allestimenti floreali in quanto appartengo ad una famiglia di fioristi; ho quindi modo fin da giovane di assistere in prima persona e collaborare negli allestimenti di ogni tipo di cerimonia. Nel 1998 mi laureo in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Padova ma è con l’arrivo in Italia della figura del wedding planner che mi appassiono a questa professione e partecipo ad un master “WEDDING PLANNER” organizzato da “Federfiori”; negli ultimi tre anni ho instaurato un’assidua collaborazione con wedding planner della zona che mi ha permesso di toccare con mano tutti gli aspetti e le problematiche di questo splendido lavoro. Nell'Aprile 2015 ho partecipato al corso per "Destination Wedding" tenuto a Pavia da Elisa Mocci, Wedding Planner e Designer di fama internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *