IL LOOK DELLO SPOSO

Oggi ci dedichiamo ad un capitolo molto importante: la scelta dell’abito giusto per lo sposo. Poche cose devono condizionare  la decisione in merito all’abito maschile: la prima considerazione è quella che l’abito dello sposo non deve essere un passe – partout per tutte le cerimonie, ma il suo stile dipende molto dal tono dell’evento. Il vostro matrimonio sarà formale in una cornice elegante? Allora l’abito giusto è il tight: completo da giorno e d’obbligo se la sposa si presenta con un vestito lungo, maestoso ed uno strascico di almeno un metro e mezzo. Secondo consiglio ai futuri mariti: fatevi accompagnare nella ricerca dell’abito giusto da un amico, sorella, mamma o zia per avere un occhio critico che vi aiuti nella scelta.

141230-1507-0457.-mg-5422

Il tight dunque è l’abito da cerimonia per eccellenza, sinonimo di una festa importante  che dovrebbe svolgersi alla mattina e soprattutto, da non dimenticare, il tight condiziona la scelta dell’abbigliamento anche a papà e testimoni che devono optare per lo stesso vestito. Il tight si correda di guanti e cappello,  cravatta o papillon, bretelle al posto della cintura.

141230-1512-0781.-mg-5748

Per non condizionare l’abbigliamento degli altri invitati ed evitare cadute di stile, la scelta più semplice è il classico tre pezzi grigio o, se vi sposate in primavera, il blu. Giacca monopetto a tre bottoni senza spacchi laterali, gilet nello stesso tessuto, camicia bianca e cravatta grigio argento. Il tessuto naturalmente va scelto in base alla stagione.

La regola del ben vestire dice no allo smoking per il matrimonio, considerato un abito da sera. Nonostante George Clooney, e a ruota Tomaso Trussardi, abbiano scelto questo vestito per sposarsi, il primo autorizzato dalla consuetudine americana d’indossarlo per le nozze, il secondo per una decisione al “limite” considerando il rito in comune ed i festeggiamenti serali, sarebbe meglio evitarlo!

ama-e-clooney

 

Desiderate tanto indossare lo smoking? Allora cambiatevi l’abito per il party serale dando però la possibilità di farlo anche agli altri invitati.

Per finire, siete uomini non convenzionali e volete lasciare il segno? Scegliete l’abito a tinte forti, dal bordeaux al blu, oppure bianco totale se la cerimonia è in piena estate magari su una belle spiaggia al mare o al lago. Ma ricordatevi sempre: sì al vestito eccentrico se rispecchia un carattere altrettanto eccentrico!

0007.DC6A3203 (1)

Condividi questo articolo

Sull'autore: Silvia

Silvia

Sono Silvia Valbusa wedding planner e team manager di Sirmione Wedding, da sempre sono stata a stretto contatto con gli allestimenti floreali in quanto appartengo ad una famiglia di fioristi; ho quindi modo fin da giovane di assistere in prima persona e collaborare negli allestimenti di ogni tipo di cerimonia. Nel 1998 mi laureo in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Padova ma è con l’arrivo in Italia della figura del wedding planner che mi appassiono a questa professione e partecipo ad un master “WEDDING PLANNER” organizzato da “Federfiori”; negli ultimi tre anni ho instaurato un’assidua collaborazione con wedding planner della zona che mi ha permesso di toccare con mano tutti gli aspetti e le problematiche di questo splendido lavoro. Nell'Aprile 2015 ho partecipato al corso per "Destination Wedding" tenuto a Pavia da Elisa Mocci, Wedding Planner e Designer di fama internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *