I RITI DI BUON AUSPICIO PIU’ GETTONATI

Oltre al lancio del riso per augurare fertilità e a quello delle colombe bianche, auspicio di felicità per la coppia, ci sono anche altri riti e usanze che coinvolgono gli sposi. È il caso della cerimonia della sabbia, un rituale che celebra l’unione di due anime in nuova vita insieme. Le ipotesi sull’origine di questa cerimonia la fanno risalire alla vecchia tradizione hawaiana e di alcune tribù americane, risulta infatti che questi popoli si sposassero sulla sabbia invece che nelle chiese. Questo rito è semplice e veloce: gli sposi versano della sabbia in un vaso comune e si scambiano i voti; in pratica si rappresenta la congiunzione di due vite in una sola. Esistono  anche alcune varianti della cerimonia che permettono a parenti, amici e figli di partecipare: la sabbia può essere di qualsiasi colore ed ogni invitato la aggiunge nel vaso insieme a quella degli sposi.

663 Anche la cerimonia delle candele è molto emozionante ed ha una forte valenza simbolica: è il rito della luce che illumina l’unione di coppia. I due sposi usano delle candele sottili per accenderne una grande che simboleggia la vita insieme, mentre l’officiante spiega in cosa consiste il rituale. L’ideale è accompagnare questo momento con una musica di sottofondo molto delicata. Nel matrimonio religioso generalmente questo rito viene fatto dopo lo scambio degli anelli, nel rito civile dopo il “sì”.

Western-KS-Wedding-Photographer058-650x433

 

C’è anche chi opta per l‘handfasting, cerimonia di origine celtica diffusa in Scozia, che letteralmente significa festa nell’unione delle mani, ma sta ad indicare l’unione della coppia. Durante  il matrimonio, le mani dello sposo e della sposa vengono legate insieme con un nastro, avvolto sei volte intorno ai polsi dal celebrante, in modo che esse siano giunte e strette l’una all’altra per simboleggiare l’unione in una sola sostanza.

Handfasting-Wedding-Ceremony

Infine c’è anche chi sceglie di piantare un albero insieme o chi trasforma il rituale cinese del thè in un’occasione per un party informale in stile occidentale.

Comunque un consiglio è doveroso future spose, visto che tutti questi riti di buon auspicio sono estremamente affascinanti, scegliete il vostro preferito e non perdete l’occasione di personalizzare la vostra cerimonia.

 

Condividi questo articolo

Sull'autore: Silvia

Silvia

Sono Silvia Valbusa wedding planner e team manager di Sirmione Wedding, da sempre sono stata a stretto contatto con gli allestimenti floreali in quanto appartengo ad una famiglia di fioristi; ho quindi modo fin da giovane di assistere in prima persona e collaborare negli allestimenti di ogni tipo di cerimonia. Nel 1998 mi laureo in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Padova ma è con l’arrivo in Italia della figura del wedding planner che mi appassiono a questa professione e partecipo ad un master “WEDDING PLANNER” organizzato da “Federfiori”; negli ultimi tre anni ho instaurato un’assidua collaborazione con wedding planner della zona che mi ha permesso di toccare con mano tutti gli aspetti e le problematiche di questo splendido lavoro. Nell'Aprile 2015 ho partecipato al corso per "Destination Wedding" tenuto a Pavia da Elisa Mocci, Wedding Planner e Designer di fama internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *